RomArt 2015: tutta l’arte del Mondo

Roma Caput Mundi, dal 15 al 18 maggio, fa da “cornice” alla prima edizione della Biennale Internazionale di Arte e Cultura organizzata da Artiamo Eventi. 12.000 mq di esposizione alla Nuova Fiera di Roma ospiteranno oltre 400 artisti provenienti da 50 nazioni differenti.

Tanti i premi in palio per le sezioni in concorso con opere che rispecchiano l’arte in ogni sua forma tra pittura, scultura e installazione, fotografia, grafica, video e digital art.


 Per accedere a RomArt basta registrarsi al sito www.romart.org e stampare il biglietto, che verrà inviato alla casella e-mail indicata in fase di registrazione. Con lo stesso biglietto di ingresso sarà inoltre possibile votare le opere preferite, recandosi presso gli appositi corner “Vote For Me”.

Per permettere a tutti di dare il proprio giudizio, RomaArt ha istituto una Giuria Virtuale – composta dai frequentatori del web che attraverso il sito www.romart.org assegneranno il premio I LIKE YOUR ART all’artista più apprezzato online – e una Giuria Emozionale che consentirà ai visitatori di esprimere le proprie preferenze, consegnando così il PREMIO DEL PUBBLICO all’opera più votata in assoluto. Per essere giudice basta andare sul sito www.romart.org, visitare la galleria virtuale e, dopo essersi registrati, votare le opere preferite.

L’opera che avrà ottenuto più like in assoluto, sarà premiata durante la manifestazione nella giornata di lunedì 18 maggio 2015.

Tra gli eventi collaterali, RomArt 2015 accoglie due personali legate una alla pittura e una alla fotografia, entrambe curate da Francesco Gallo Mazzeo. Le opere di Ennio Calabria, esponente del figurativismo europeo – che insieme ad artisti come Vespignani, Attardi, Guccione, Farulli, Giaquinto fu protagonista della ricerca artistica nel campo della pittura figurativa – sono presentate al pubblico in Visioni – Fantastiche trame dell’invisibile mentre Immaginario – Invenzioni e storie di vita è dedicata ai lavori di Fabio Donato, autore di numerosissime pubblicazioni e docente di Fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli.

In programma a RomArt, il 16 maggio alle ore 17:30 l’appuntamento è con il pensiero dell’artista tedesco Joseph Beuys e il suo impegno per la salvaguardia della natura, del territorio e del rapporto uomo-ambiente, un impegno guidato dalla volontà di compiere un viaggio «nell’arte e oltre l’arte» che dalla dimensione estetica possa giungere fino alle politiche ambientaliste ed ecologiste, che tanto coinvolgono l’età contemporanea. La conferenza sarà tenuta da Lucrezia De Domizio Durini, personaggio atipico del sistema dell’arte contemporanea, che opera da oltre quarant’anni nel campo della cultura internazionale, collaborando con i più importanti artisti dell’Arte Povera e del Concettuale italiano.

RomArt è anche musica! Il rocker Federico Poggipollini – uno dei più grandi chitarristi italiani – sarà infatti testimonial d’eccellenza alla Biennale di Arte e Cultura con la presentazione di NERO, il suo ultimo album in uscita il prossimo 26 maggio. Poggipollini sarà inoltre arbitro e giudice del premio ROCK’N’ART che consentirà ad una delle opere in gara di diventare l’immagine di copertina della versione in vinile dell’album, in uscita nel prossimo ottobre.

“L’arte è un bene comune, un solido pilastro su cui fondare la cultura, in ogni luogo ove essa si crea. Concentriamo il nostro impegno per far sì che la visita ad un evento come RomArt 2015 – e la fruizione del pathos che possono infondere le opere di artisti provenienti da oltre 40 nazioni – resti gratuita e accessibile a tutti.” Amedeo Demitry, curatore di RomArt 2015.