Vending: la leadership italiana, le soluzioni di pagamento e il Luxury

Grazie alle competenze tecnologiche e alla versatilità progettuale, il nostro Paese è leader europeo nella produzione di distributori automatici. Il mercato del “vending” si dimostra, anno dopo anno, in significativa crescita e vanta oltre 810 mila vending machine installate. Questi dati* dimostrano la vivacità di un settore che punta sempre più su innovazione, nuove tecnologie e sistemi di pagamento avanzati.

Analisi a cura di Andrea Serra, Country Manager di Verifone Italia Continua a leggere

Vending Machine: Le soluzioni di pagamento Verifone al servizio dell’italiana Microhard

Grazie alle competenze tecnologiche e alla versatilità progettuale, il nostro Paese è leader europeo nella produzione di distributori automatici. Il mercato del “vending” si dimostra, anno dopo anno, in significativa crescita e vanta oltre 810 mila vending machine installate. Questi dati* dimostrano la vivacità di un settore che punta sempre più su innovazione, nuove tecnologie e sistemi di pagamento avanzati.

In questo scenario si inserisce Microhard, azienda leader nel mercato della progettazione, produzione e commercializzazione di distributori automatici ad uso in ambienti non presidiati ed in esterno, centrali di pagamento e periferiche. Continua a leggere

Verifone raggiunge un accordo per l’acquisizione da parte di Francisco Partners per 3,4 miliardi di dollari con un significativo aumento del valore per azione del 54%

SAN JOSE, California e SAN FRANCISCO, California – Verifone Systems, Inc. (NYSE: PAY) (“Verifone” o la “Società”), leader mondiale nelle soluzioni di pagamento e commerciali, e Francisco Partners, una delle più importanti società di private equity focalizzate sulla tecnologia, hanno annunciato di aver concluso un accordo definitivo in base al quale un gruppo di investitori guidato da Francisco Partners, tra cui British Columbia Investment Management Corporation (“BCI”), acquisirà Verifone per 23.04 dollari per azione, per un corrispettivo complessivo di circa 3,4 miliardi di dollari, comprensivo dell’indebitamento netto di Verifone.

In base ai termini dell’accordo, gli azionisti di Verifone riceveranno 23,04 dollari in contanti per ciascuna azione ordinaria di Verifone detenuta, segnando un sovrapprezzo di circa il 54% rispetto al prezzo di chiusura dell’azione della Società – pari a 15,00 dollari –  del 9 aprile 2018. Il Consiglio di Amministrazione di Verifone ha approvato all’unanimità l’accordo definitivo e raccomanda ai soci di Verifone di votare a favore dell’operazione. Una volta completata l’operazione, Verifone diventerà quindi una società privata.

Paul Galant, Amministratore Delegato di Verifone, ha dichiarato: “Siamo lieti di aver raggiunto questo accordo con Francisco Partners. La transazione offre ai nostri azionisti un significativo valore in denaro con vantaggi interessanti per i nostri clienti. Riteniamo che l’operazione evidenzi il nostro percorso di trasformazione da società di vendita di terminali di pagamento a fornitore di soluzioni di pagamento e commerciali. Con le risorse, la storia e la comprovata esperienza di Francisco Partners, saremo ancor più in grado di soddisfare le esigenze dei nostri clienti in tutto il mondo”.

“Verifone continua a sviluppare soluzioni e tecnologie di grande impatto con importanti prospettive di crescita a lungo termine”, ha dichiarato Peter Christodoulo, Partner di Francisco Partners. “Siamo entusiasti di diventare investitori e amministratori di questa importante piattaforma dell’ecosistema globale dei pagamenti e del commercio”.

“La trasformazione di Verifone da fornitore di hardware a fornitore delle migliori soluzioni di pagamento e commerciali del settore è appena iniziata”, ha aggiunto Jason Brein, Partner di Francisco Partners. “Non vediamo l’ora di sostenere l’azienda nella sua continua evoluzione”.

“Questo investimento si basa sulla forza dei nostri sistemi e software in franchising e sulla nostra tecnologia finanziaria”, ha commentato Dipanjan “DJ” Deb, co-fondatore e CEO di Francisco Partners. “Verifone riceverà la massima attenzione da parte di Francisco Partners sostenendone la continua crescita e trasformazione in un mondo sempre più incentrato sul software”.

L’operazione non è soggetta a condizioni di finanziamento e si prevede che si concluda nel corso del terzo trimestre del 2018, subordinatamente alle consuete condizioni di chiusura, tra cui il ricevimento delle approvazioni degli azionisti e delle autorità di vigilanza. L’accordo di fusione prevede un periodo di “go-shop”, che consente al Consiglio di Amministrazione e ai consulenti di Verifone di avviare, sollecitare, incoraggiare e potenzialmente avviare trattative con le parti che presenteranno proposte alternative di acquisizione entro il 24 maggio 2018. Non vi può essere alcuna garanzia che tale processo si traduca in una proposta superiore e Verifone non intende divulgare gli sviluppi relativi al processo di sollecitazione a meno che e fino a quando il Consiglio non adotti una decisione che richieda un’ulteriore informativa.

Qatalyst Partners è consulente finanziario di Verifone e Sullivan & Cromwell LLP è consulente legale di Verifone. Credit Suisse, Barclays e Royal Bank of Canada svolgono il ruolo di consulenti finanziari e Kirkland & Ellis LLP quello di consulenti legali del gruppo di investitori Francisco. Credito

Anche Suisse, Barclays e Royal Bank of Canada hanno fornito un finanziamento del debito impegnato per l’operazione.

Banche Vs Fintech: Se Il Futuro Fosse Costruito Insieme?

Le banche, già indebolite dalla crisi finanziaria del 2007 che ha fortemente ridotto la fiducia dei consumatori, sono oggi messe in difficoltà da nuovi competitor che seducono i consumatori con soluzioni più moderne e attraenti: Fintech, GAFA (Google-Apple-Facebook-Amazon) e BATX (Baidu-Alibaba-Tencent-Xiomi) su tutti. Destabilizzate da questa rivoluzione digitale e fortemente influenzate dalla pressione dell’economia collaborativa, le banche stanno quindi ripensando il proprio modello di business e imparando a sfruttare un sistema in piena trasformazione.

Una forte evoluzione, opportunità da cogliere
Beacon, NFC, QRcode. Nel mercato dei pagamenti in mobilità, ogni principale operatore ha la sua tecnologia preferita. Mentre Apple ha lanciato la sua soluzione di pagamento con NFC o Paypal affidandosi interamente all’iBeacon, Google – con Android –  sostiene HCE (Host Card Emulation) come soluzione unica per rivoluzionare il mercato del mobile payment. Soluzioni di pagamento facili, sicure, veloci e con una marcia in più: la possibilità di effettuare attività di promozione, fidelizzazione e analisi.

Per questo motivo è necessario facilitare i pagamenti con soluzioni innovative, rapide e soprattutto sicure, offrendo ai propri clienti un’esperienza di acquisto idonea alle loro aspettative. Il mobile POS, più comunemente mPOS, è in questo senso la soluzione ideale: evita il passaggio alle casse, riduce i tempi di attesa ed è compatibile con i nuovi sistemi di pagamento. In virtù della sua funzione, gli mPOS come il Verifone e355, diventano sempre più consulenti e non semplice accettazione di pagamento. I clienti hanno requisiti sempre più stringenti che creano opportunità per fidelizzare e generare ricavi attraverso esperienze personalizzate. L’interazione deve essere personale, pertinente, predittiva, altamente intuitiva e non invasiva. Chiaro esempio di come l’omnichannel sia diventato essenziale

In Italia le modalità più innovative di pagamento digitale (tra cui il Mobile POS) valgono il 21% del totale dei pagamenti digitali con carta (+6% rispetto al 2016). A dirlo è l’ultima ricerca dell’Osservatorio Mobile Payment&Commerce del Politecnico di Milano. Un segmento, quello dei pagamenti in store, il cui valore complessivo è cresciuto dai 10 milioni di euro nel 2016 ai 70 milioni di euro nel 2017, mentre il mercato complessivo dei New Digital Payment potrebbe superare i 100 miliardi di euro già nel 2020.

Sicurezza: vere e proprie leve a favore delle banche
Le elevate misure di sicurezza offerte oggi dalle banche e la possibilità di effettuare i pagamenti direttamente dal conto corrente, hanno comportato un importante aumento dei numeri delle transazioni online. I commercianti ora hanno la garanzia di essere regolati, beneficiando nel contempo di minori costi di transazione e di una maggiore flessibilità nella scelta dei metodi di pagamento. I consumatori traggono vantaggio da una maggiore chiarezza e comfort gestionale, da un maggior valore degli importi e, in ultima analisi, dalla riduzione dei costi per effetto della concorrenza.

In un comunicato stampa pubblicato il 2 giugno 2017, la Federazione Bancaria Europea ha ribadito le sue preoccupazioni in merito al “web scraping”, una tecnica che consente a terzi di accedere ai conti bancari del cliente in suo nome e di impersonarlo utilizzando i suoi codici di accesso. Nel contesto della seconda direttiva europea sui servizi di pagamento (PSD2), la FBE sottolinea che le banche europee sostengono pienamente la creazione di un ecosistema di interfaccia interoperabile (API) sicuro ed efficiente per una comunicazione affidabile tra terzi e banche. Ha specificato inoltre che le interfacce dedicate sono moderne, sicure e consentono a tutti i player di essere posti su un piano di parità. A garantire maggiore sicurezza c’è anche 3D Secure. Tramite questo Sistema creato da Visa e MasterCard e introdotto in Italia dal 2008, oltre ai dati della carta, l’acquirente deve inserire un secondo fattore di autenticazione, solitamente un codice monouso ricevuto via SMS.

Cooperazione invece di concorrenza
Con le Fintech che offrono servizi bancari e finanziari, talvolta in concorrenza diretta e talvolta su mercati di nicchia, le banche tradizionali stanno diversificando le loro strategie. Si impegnano in partnership, incorporano start-up e investono nella trasformazione digitale. Talvolta possono allearsi con i loro nuovi sfidanti o addirittura di acquisirli. Secondo il Rapporto World Fintech 2017, il 38% delle banche prevede di investire direttamente in start-up che stanno sviluppando servizi bancari/finanziari e il 18,6% prevede di riacquistare la società. Mentre il 29,6% si affida alla creazione di acceleratori e il 34% collabora con le organizzazioni di formazione. Banche e Fintech dovrebbero quindi promuovere la cooperazione in materia di concorrenza.

Per maggiori informazioni: verifone.it

I POS intelligenti e multifunzionali di Verifone pronti per le novità che porterà la nuova direttiva europea PSD2 nel mercato dei pagamenti

Il 13 gennaio, con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale è entrata in vigore la direttiva europea 2015/2366, nota soprattutto come PSD2 (Payment Service Directive 2). Direttiva che ridisegna lo scenario e il mercato europeo dei pagamenti segnando la nascita di un nuovo panorama competitivo, con nuove regole che aprono a nuovi attori.

La direttiva PSD2 offre ai consumatori maggiori opportunità  di scelta anche nella facoltà  di utilizzare nuovi servizi di pagamento, diversi da quelli offerti dalle banche. I commercianti potrebbero diventare i nuovi player dell’operatività finanziaria quotidiana. Uno scenario questo davvero rilevante che pone il mondo del retail in una posizione ancora più strategica e centrale. Per i consumatori si prevede quindi un miglioramento a livello di customer experience. Pagamenti e operazioni saranno effettuati con maggiore facilità  e sicurezza. Si sta assistendo quindi a una svolta nell’approccio da parte dei consumatori e degli esercenti che continuerà  a crescere anno dopo anno. Il POS sta velocemente passando da semplice strumento di pagamento ad aggregatore di valore e facilitatore. Sotto questo aspetto Verifone, leader mondiale nelle soluzioni di pagamento, ha trasformato il POS in un sistema multifunzionale e integrato che può essere personalizzato con applicazioni verticali e adattato alle diverse aspettative dei consumatori.

Un unico terminale che integra, oltre ai più comuni metodi di pagamento – carte con chip e banda magnetica, NFC -, tanti servizi a valore aggiunto: riconoscimento automatico del cliente; automatizzazione dei processi; gift card e programmi loyalty; borsellino elettronico privato precaricato; ricariche telefoniche e ricariche internazionali per un servizio diretto al cliente; validazione e dematerializzazione dei buoni pasto cartacei; coupon per promozioni, token e ancora molto altro.

Le aziende che operano su più canali di vendita vogliono offrire un’esperienza al cliente coerente in tutti i momenti in cui interagisce con l’azienda. Consapevoli degli attuali trend di mercato, i merchant intendono avvalersi di nuovi strumenti e tecnologie utili a coinvolgere i propri clienti in un’esperienza significativa, che offra al cliente maggiori servizi e li fidelizzi.

“Omnichannel, pagamento in mobilità , sicurezza e gestione dei dati sono di fondamentale importanza, a livello globale come in Italia” afferma Andrea Serra, Vice President Business Development Manager South Europe di Verifone. “Stiamo implementando la nostra offerta con soluzioni dedicate all’engagement omnichannel per servire meglio i nostri partner. Verifone vuole essere il partner tecnologico più affidabile, sicuro e innovativo, fornendo soluzioni di pagamento e commercio globale integrate. Operiamo come società  di soluzioni con una visione su scala globale e intervento a livello locale”.

Le innovative soluzioni di pagamento Verifone al Forum Retail 2017

Verifone, leader nelle soluzioni di pagamento elettronico, è presente all’edizione 2017 del FORUM RETAIL, l’evento dedicato all’innovazione nel settore del Retail, che si terrà il 30 novembre e 1 dicembre 2017 presso il Milano Atahotel Expo Fiera a Pero (MI).

L’evento, organizzato da IIR – Istituto Internazionale di Ricerca – permette ai professionisti del mondo Retail di confrontarsi e condividere idee ed esperienze con uno sguardo al futuro.

Verifone sarà protagonista con un intervento nella sessione dedicata al “Digital Payment come Touchpoint per rivoluzionare la Customer Experience” – in programma giovedì 30 novembre alle ore 11:35 – e con un ampio stand espositivo dove saranno esposte leinnovative soluzioni omnichannel orientate al coinvolgimento del cliente durante il processo di pagamento: mPOS, ecommerce, self-check out, Verifone Engage e Carbon.

In un contesto dove il processo di pagamento sta diventando sempre più un aggregatore di valore, Verifone continua a sviluppare soluzioni innovative orientate al coinvolgimento del cliente durante il processo di pagamento. Nate con l’obiettivo di rendere sempre più competitivi i propri terminali nei servizi a valore aggiunto, garantendo dietro al “semplice” pagamento un’offerta di servizi e strumenti su misura, le soluzioni Verifone sono vere e proprie piattaforme multicanale intuitive e sicure in grado di elaborare transazioni in linea con nuovi sistemi di pagamento.

Scarica il comunicato stampa

Verifone introduce WeChat Pay per la prima volta in Europa nelle prestigiose Galeries Lafayette di Parigi

Le prestigiose Galeries Lafayette di Parigi da oggi accettano l’App WeChat Pay come soluzione di pagamento per i turisti cinesi in visita presso la capitale francese. Grazie all’accordo tra Verifone e uno dei più importanti istituti bancari europei, le storiche Galeries Lafayette, punto di riferimento del lusso in Francia, offriranno ai numerosi turisti cinesi l’esperienza di acquisto interattiva di WeChat Pay, che garantisce pagamenti veloci e sicuri con una soluzione a loro familiare attraverso QR code generati direttamente sugli smartphone.

Con 900 milioni di utenti, WeChat è una popolare applicazione mobile per messaggi di testo e voce sviluppata da Tencent Holdings Limited, colosso cinese specializzato nel settore informatico. “Siamo davvero entusiasti di entrare nel mercato europeo insieme a Galeries Lafayette e Verifone. – afferma Tencent – In Cina, WeChat Pay è accettato quasi ovunque, compresi i supermercati, gli ospedali e anche sui taxi. Il nostro obiettivo è quello di offrire questa soluzione a tutti i turisti cinesi in Europa. In Cina è il metodo di pagamento più rapido e non vediamo l’ora di avviare la nostra attività in Europa insieme ai nostri partner “.

Nonostante le molteplici soluzioni di pagamento disponibili, i consumatori sono costantemente alla ricerca di forme alternative di pagamento digitale e i commercianti sono impegnati a fornire esperienze sicure che soddisfino tali esigenze. Siamo orgogliosi di supportare Galeries Lafayette con l’accettazione di WeChat Pay e di contribuire ad una migliore esperienza interattiva e innovativa del consumatore.

Per accettare WeChat Pay, le Galeries Lafayette utilizzeranno la PINpad VX 820 di Verifone, soluzione che sarà presto implementata da Verifone anche in Italia e in altri paesi europei.

Guarda il filmato

Scarica il comunicato stampa

Verifone presenta il futuro delle transazioni di pagamento al Salone dei Pagamenti 2017

Verifone, leader mondiale nelle soluzioni di pagamento, sarà presente in qualità di Golden Partner alla seconda edizione del Salone dei Pagamenti 2017, in programma dal 22 al 24 novembre 2017 al MICO MILANO CONGRESSI. Pagamenti e società digitale, sicurezza e payvolution: questi alcuni dei temi che Verifone affronterà nel corso dell’evento organizzato dall’ABI.

I riflettori saranno puntati sulle innovative soluzioni di pagamento omnichannel Verifone, che integrano applicazioni personalizzate e dispositivi mobili combinando eccellente livello tecnologico e massima flessibilità e facilità d’utilizzo: mPOSecommerceself-check out,Verifone Engage e Carbon.

In un contesto dove il processo di pagamento sta diventando sempre più un aggregatore di valore, Verifone continua a sviluppare soluzioni innovative orientate al coinvolgimento del cliente durante il processo di pagamento. Nate con l’obiettivo di rendere sempre più competitivi i propri terminali nei servizi a valore aggiunto, garantendo dietro al “semplice” pagamento un’offerta di servizi e strumenti su misura, le soluzioni Verifone sono vere e proprie piattaforme multicanale intuitive e sicure in grado di elaborare transazioni in linea con nuovi sistemi di pagamento.

Nel corso della manifestazione si terrà inoltre l’approfondimento “I pagamenti nel settore del lusso“, a cura di Ubaldo RausoHead of Retail Sales di Verifone.

Scarica il comunicato stampa

Per maggiori informazioni www.verifone.it

Verifone Carbon riceve il prestigioso premio iF DESIGN AWARD 2017

Verifone, leader mondiale nelle soluzioni di pagamento, ha ricevuto il premio iF DESIGN AWARD 2017 per il suo innovativo e flessibile POS integrato Verifone Carbon.

Il prestigioso iF Design Award è un importante riconoscimento che viene assegnato ogni anno dall’International Forum Design GmbH di Hannover, la più antica organizzazione indipendente di design della Germania. L’innovativo POS di Verifone ha conquistato una giuria di 58 membri di esperti, che hanno selezionato la soluzione Verifone Carbon tra oltre 5.500 prodotti prevenienti da 59 paesi. A conquistare la loro preferenza sono stati l’approccio innovativo alla tecnologia del Point of Sale, l’eleganza del design e l’elevata flessibilità offerta.

Continua a leggere