Sushi, più lo conosci, più lo mangi

Il sushi è uno dei cibi più apprezzati dagli italiani: ecco cosa sapere per consumarlo senza nessun timore. 

sushiE’ uno degli alimenti più apprezzati e più trendy del momento: è il sushi, il cui consumo è  aumentato anche grazie alla formula “all you can eat”. Sarebbe a dire, un menù illimitato a costo fisso.

Noi di  NewsCast siamo estimatori del cibo in generale e del sushi in particolare, che abbiamo potuto apprezzare anche in Giappone. Gli italiani sono da sempre, e con ragione, legati alla tradizione nostrana del cibo. Il sushi però ci ha conquistato, sebbene molti siano reticenti verso il famigerato “pesce crudo”, legato nel nostro immaginario ad alcune malattie. Ecco quindi semplici informazioni per non rimpiangere di averlo mangiato…a parte, per alcuni, il gusto. Ovviamente non  ci riferiamo alla garanzia igienico sanitario di un esercizio necessaria per evitare intossicazioni da batteri patogeni (Listeria, Escherichia coli, Salmonella) …la diamo per scontato.

Sushi, se lo conosci lo apprezzi…ancora di più.

Il rischio  legato al consumo di pesce crudo, e quindi al sushi, è la presenza di Anisakis Simplex, un parassita normalmente presente, nel suo stadio larvale, nell’intestino di molti pesci come tonno, sardina, acciuga, merluzzo, nasello e sgombro. Quando l’uomo mangia pesce contaminato crudo, le larve possono impiantarsi sulla parete dell’apparato gastrointestinale generando un intenso dolore addominale, nausea e vomito e in soggetti particolarmente deboli come bambini e anziani, genera infezioni che possono mettere in pericolo la vita.

Ecco quindi cosa si deve sapere per un consumo responsabile del Sushi. Il 17 Luglio del 2013 il ministero della salute ha pubblicato un decreto che obbliga i venditori di pesce al dettaglio ad esporre un cartello che invita a congelare il pesce prima di consumarlo crudo. Per cui, quando vi siete seduti nel vostro ristorante giapponese, prima di ordinare sushi assicuratevi sempre che il ristorante abbia preventivamente sottoposto a trattamento termico adeguato le carni cioè a freddo intenso per un tempo adeguato (-20°C, min 60h).

E sì, vale anche per le amate Acciughe Marinate. 

Chi ama il pesce crudo, e quindi non solo il sushi ma anche i piatti più nostrani, deve sapere che il problema non esiste per scampi, gamberi e molluschi come le ostriche

Per questi prodotti infatti l’igiene dell’esercizio, dell’allevamento e, ovviamente, la freschezza sono condizio sine qua non per non rimpiangere un pasto.