Facebook Messenger si rinnova: l’app di chat istantanea consentirà trasferimenti in denaro

Se già lo scorso anno negli USA PayPal e Facebook avevano stabilito una partnership per alcuni servizi di pagamenti finanziari, che consentivano al social di operare come emittente di moneta elettronica, ora Zuckerberg sarebbe intenzionato ad acquisire una startup specializzata in trasferimento di denaro, così da trasformare l’app social in un tool con cui poter effettuare acquisti o versamenti.

Quali sono le funzioni che Messanger garantirà in accordo con Pay Pal?

Facebook non può operare come una vera e propria banca, quindi non può prevedere depositi e conti correnti. Gli utenti di Facebook negli Stati Uniti possono pagare e scambiare denaro con gli altri utenti su Messenger impostando le proprie credenziali PayPal: basta attivare la funzione per il pagamento, toccando il pulsante ‘+’ e selezionare l’icona verde per i pagamenti. Una volta inserito l’importo e tappando su “pay”, è possibile selezionare un’opzione di pagamento tra cui anche PayPal.

Questo sistema tutela la sicurezza dei pagamenti inglobando nella piattaforma la possibilità di non fornire le informazioni sulla propria carta di credito direttamente al social network, dato che queste sono già inserite su PayPal al momento della registrazione.

La feature, per ora attiva solo per iOS, arriverà anche su Android e nulla esclude che sarà sviluppata una versione anche per desktop con un servizio di customer care fruibile tramite chatbot.

Diversi fonti rivelano che il social più famoso al mondo stia preparando il campo anche nel Vecchio Continente: basta considerare che a partire dallo scorso agosto su Messanger – sia per la versione mobile che per quella su desktop –  è stata inserita l’icona marketplace, che consente agli utenti di pubblicare annunci per vendere o acquistare qualsiasi tipo di prodotto direttamente tramite l’account Facebook, associando al proprio profilo una carta di credito. E se fino ad oggi tutti i servizi per lo scambio di denaro elettronici, e quindi anche il marketplace social, erano legati ai circuiti Mastercard e Visa, ora si aggiunge anche la possibilità di utilizzo di un conto PayPal, sistema più veloce e sicuro.

 Per poterlo provare, non ci resta che aspettare!