Instagram rivoluziona il concetto di community: in arrivo i nuovi hashtag

Se siete degli Instagram Addicted, allora non potete perdere l’ultima novità in casa Instagram: a breve saranno lanciati i nuovi hashtag che permetteranno di seguire gli account senza dover cliccare sul tasto “Segui” posto sul profilo di un utente.

Le persone sceglieranno i contenuti da vedere all’interno della propria timeline o nello spazio dedicato alle storie, seguendo un hashtag preferito o di loro interesse, senza diventare follower di un determinato profilo.

Per le aziende presenti su Instagram, sarà una gran novità da gestire: gli utenti potranno seguire i contenuti di proprio interesse indipendentemente dal brand, dal prodotto o dal servizio cui sono collegati. Al tempo stesso, si potrà creare, tramite l’uso di un preciso hashtag, una nicchia di interessati ad un determinato contenuto, dando vita a qualcosa di molto simile ai gruppi Facebook, ossia una vera e propria community in target.

Ma quali sono i cambiamenti correlati a questi nuovi hashtag?

Se fino ad ora per vedere dei contenuti nella timeline era necessario essere follower di una persona o di un brand, adesso basterà seguire un hashtag. La prima conseguenza, a livello pratico, sarà un evidente perdita del numero di follower, ma questa novità potrebbe stimolare una crescita organica della community: le persone potranno iniziare la relazione con un brand o un profilo se questo crea contenuti associati a una conversazione interessante. Sarà quindi fondamentale analizzare e scegliere con un criterio strategico gli hashtag da associare ai post.

II nuovi hashtag saranno un ottimo supporto per veicolare le iniziative a breve termine. Un brand si trova spesso a dover comunicare iniziative che si sviluppano nell’arco di pochi giorni o periodi brevi, come eventi, promozioni, anniversari, etc. Se su Facebook esiste la possibilità di creare delle pagine eventi, ora anche su Instagram si potranno creare delle etichette specifiche per queste iniziative e invitare le persone a seguirle così da restare aggiornati, senza il bisogno di aprire account temporanei relativi a quell’evento.

La possibilità di targettizzare i contenuti mediante l’uso degli hashtag potrebbe essere un forte aiuto per creare delle audience specifiche soprattutto per quei brand che hanno l’esigenza di parlare a pubblici diversi e con interessi differenti. Ad esempio, un brand di articoli sportivi può creare hasthag a seconda dello sport e quindi creare spazi personalizzati per chi fa nuoto, tennis, o calcio e spingere solo gli interessati a partecipare alla conversazione.

La chiave vincente resta sempre la creatività correlata a una precisa strategia, soprattutto per poter emergere in un universo così affollato come quello di Instagram e ritagliarsi il proprio spazio per poter comunicare i propri contenuti: i nuovi hashtag verranno visualizzati anche secondo un ordine preciso di rilevanza, pertinenza e attualità del trend che rappresentano.