A tutta BIRRA!

Chiara, rossa, aromatica, alla spina o in bottiglia, la birra è una delle bevande alcoliche più diffuse e antiche del mondo. Sembra infatti che la prima testimonianza chimica nota sia datata intorno al 3500-3100 a.C.

Compagna di serate tra amici o di aperitivi in spiaggia, la birra è apprezzatissima ancora oggi e perciò declinata in molte tipologie di fermentazione che ne modificano sapore e colore, lasciando ad ognuno la scelta di assaporare quella più vicina ai propri gusti.

copertinaCiò che non tutti sanno è che, oltre a rappresentare un connubio perfetto con la pizza, la birra – consumata moderatamente – ha molte proprietà benefiche per la salute e il suo consumo può essere inserito all’interno di una dieta equilibrata. La percentuale di cereali in essa contenuta, ad esempio, favorisce un buon equilibrio fra l’etanolo e gli altri nutrienti – tra cui vitamine e sali minerali altrettanto importanti per l’organismo.
In generale l’assunzione controllata di bevande alcoliche riduce il rischio di incorrere in attacchi cardiaci e più specificamente gli effetti positivi della birra si associano all’ipertensione arteriosa e a problemi vascolari o diabetici. In questo senso la birra ha molti effetti positivi, perché aiuta il lavoro dei reni favorendo la diuresi, è un ottimo antiossidante, contribuisce a far funzionare stomaco e intestino, oltre a partecipare alla calcificazione e alla formazione dei tessuti connettivi.

Birròforum 2015
Ancora una volta Roma offre agli amanti di questaa tutta birra bevanda l’occasione di degustare una selezione di qualità altissima, durante l’edizione 2015 del Birròforum. Proprio in questi giorni i giardini della Farnesina sul Lungotevere Maresciallo Diaz fanno da cornice all’evento dedicato alla birra. Con degustazioni, corsi, cibo di strada e d’autore, dove appassionati e neofiti potranno degustare e acquistare i prodotti di 37 tra alcuni dei birrifici artigianali migliori d’Italia.
Birròforum ha inaugurato il 25 giugno e prosegue fino al 28. Il biglietto d’ingresso ha un costo di 8 euro e comprende il bicchiere da degustazione e un sacchetto porta bicchiere. Agli stand è possibile acquistare le birre da 0.10 cl a 1 euro, e a 2 euro quelle da 0,20cl.
Ancora tre giorni di degustazione, dalle 19.00 alle 02.00 – orario di apertura della manifestazione.

Un brindisi al weekend in arrivo!brindisi

Heineken VS Budweiser: la birra in pubblicità

In occasione del St. Patrick’s Day, il contest #advVS oggi mette a confronto due spot pubblicitari di cui la birra è protagonista.

Heineken VS Budweiser. Olandese la prima e americana la seconda, ma entrambe produttrici di “bionde”…birre bionde!

Heineken nasce ad Amsterdam nel 1873, da allora produce birra per un target compreso tra i 18 e i 35 anni. Diretta avversaria, l’americana Budweiser dal 1876 è un’icona dei valori americani di ottimismo e di festa.

The Match” è lo spot lanciato da Heineken, in occasione del nono anno consecutivo di sponsorizzazione della UEFA Champions League e parte della nuova campagna pubblicitaria diffusa a livello mondiale “Champion The Match”.

L’obiettivo dello spot, e quindi dell’intera campagna, è quello di proporre Heineken come birra ideale da sorseggiare guardando la partita, da soli o in compagnia. Per questo motivo il nuovo packaging, realizzato appositamente in occasione della Champions,  riguarda anche i box da 6 bottiglie o 12 lattine. La trama dello spot vuole in qualche modo sottolineare che i fan del calcio non si limitano a guardare la partita in tv, ma si battono per essa con ogni mezzo a loro disposizione. In scena, i marinai a bordo di un’imbarcazione uniscono le forze e si ingegnano per sfruttare le limitate risorse a loro disposizione per poter vedere la partita anche in mare aperto. Heineken offre loro molto più di una birra. Offre un veicolo di armonia, di spirito di gruppo; offre la possibilità di vivere ogni volta una grande notte da “gustare”, insieme ai propri amici, e alla loro birra preferita. Goliardico e patriottico.

Tutt’altro scenario è invece quello scelto dal birrificio americano, che continua la tradizione degli spot interpretati dai “best buddies”,  i migliori amici dell’uomo a quattro zampe. “Lost dog”, il minuto pubblicitario firmato Budweiser e trasmesso in anteprima durante il Super Bowl 2015, racconta infatti, una storia che ancora una volta ha per protagonisti i Budweiser Clydesdales e un tenero cucciolo di labrador. Nel precedente “Puppy Love”, spot Budweiser 2014, si celebrava l’amorevole “amicizia” tra un cucciolo di labrador e un bellissimo esemplare di Clydesdales. Questa volta i cavalli, ormai legati tradizionalmente al marchio americano, portano in salvo un cagnolino che si era perduto. Nel tentativo di tornare a casa il cucciolo si imbatte in un minaccioso lupo affamato. I cavalli avvertono il pericolo e corrono in suo soccorso riportandolo a casa, dove ad aspettarlo c’è il suo padrone che per festeggiare stappa un’immancabile Budweiser. Il sequel di immagini è ambientato nella scuderia di St. Louis, in Missouri, dove si trovano anche i quartieri generali dell’azienda.  Animalista e commovente.

Happy St. Patrick’s Day!