Arredare riciclando: il potenziale nascosto dei pallet!

palletIn italiano bancale, meglio noto come pallet. Nati come pedane d’appoggio, destinati ad essere immagazzinati nelle industrie o fuori dai supermercati, oggi i pallet sono ricercatissimi per tutt’altra ragione d’utilizzo…quella di arredare.

Negli ultimi anni, complice la moda dell’arredamento hand-made, i pallet vengono utilizzati per reinventare spazi d’arredo in stile green.

Ciò che fa di questo materiale grezzo un pezzo di arredamento attuale e modaiolo è la sua innata versatilità.

Dal divano al letto, passando per la scrivania e l’appendiabiti, sono moltissime le possibilità di trasformare queste pedane di legno in oggetti di uso quotidiano…come ad esempio i “vasi” da giardino.

Riciclo creativo, pronti via!

imagesIngredienti? Pallet, fantasia e creatività. Una volta certi di possedere questi tre elementi è possibile iniziare ad arredare spazi aperti o chiusi utilizzando le pedane industriali come base, basta seguire alcuni piccoli accorgimenti.

A questo proposito c’è da sapere che quando si prende un bancale per trasformarlo in qualcosadi creativo, è bene assicurarsi che non ci siano marchi o sigle (se marchiato deve esserci la dicitura DB-HT a significare che è stato trattato termicamente e non chimicamente).

Se si vuole colorare il pallet è consigliabile dare una mano di impregnante  prima del colore, così facendo la tinta colorata che si passerà in un secondo momento, non verrà assorbita dal legno e rimarrà brillante e corposa. Se la pedana fosse già stata colorata in precedenza, e la si volesse riverniciare, si consiglia un passaggio di cementite antecedente a quello del colore scelto.pallet-riciclati

Per chi vuole usare il pallet al naturale è importante levigarlo bene (evitando schegge spiacevoli), e poi darle comunque una mano di flatting all’acqua, scegliendo di conservare la naturale colorazione in legno chiaro, o di alterarla con i toni di ciliegio, noce o betulla, mantenendo l’effetto legno tanto in voga al momento.

La potenzialità del pallet risiede nella capacità di “vestirsi” a seconda degli elementi che gli si pongono accanto.

Moderno ma con richiamo al vintage, hipster ma dall’animo urban-chic, minimal e green, cool ma low-cost…è un invito a liberare la creatività!

Come a dire: “Mostrami cosa ci crei, e ti dirò chi sei”!

 

App, il lavoro del momento! Qualche pratico consiglio per riuscire nel business

App, sviluppatore, lavoro

Un’app per tutto!

App per chattare, scattare e condividere foto, fare fitness, gestire le proprie spese, pulire la chache di smartphone e tablet, gestire il conto online, prenotare il car sharing, ordinare una pizza online…e molto altro ancora! Abbiamo un’app praticamente per tutto: nel 2013 nel mondo sono state lanciate 82 miliardi di app, che hanno iniziato ad invaderci già dal 2008 e che hanno raggiunto un vero e proprio boom.

L’Osservatorio sulla Mobile & App Economy del Politecnico di Milano prevede che nel 2014 in Italia ci saranno 45 milioni di smartphone e 12 milioni di tablet su cui scaricare applicazioni, per un giro d’affari valutato intorno ai 25,4 miliardi di euro, che lieviteranno ai 40 miliardi nel 2016. Un fatturato enorme per un mercato che ha cambiato la nostra vita e le dimensioni economiche del comparto tecnologico.

Sviluppatore di app, qualche consiglio  per riuscire nell’impresa!

Ma quale è la ricetta vincente per fare business nel mondo delle app? Sicuramente il primo passo è quello di scegliere il giusto settore come ad esempio le app per le aziende, dove le figure professionali di sviluppatori in questo momento sono scarse. La base della formazione viene certamente da facoltà come Informatica, Ingegneria Informatica o Ingegneria Elettronica, ma le competenze professionali non bastano. Un buon sviluppatore di app deve avere anche creatività, curiosità e capacità di tenersi continuamente aggiornato. In questo modo si potrà ottenere non solo gratificazione personale ma anche una lauta gratifica economica: gli sviluppatori per app aziendali sono tra le figure professionali più pagate!