Carnevale, in ogni piazza vale!

 

UnknownIl carattere festoso della celebrazione affonda le sue origini in festività molto più antiche, come per esempio i saturnali romani o le dionisiache greche, durante le quali si realizzava un temporaneo scioglimento dagli obblighi sociali e dalle gerarchie, per lasciar posto al rovesciamento dell’ordine, allo scherzo e anche alla dissolutezza. Da un punto di vista storico e religioso il Carnevale rappresentò, dunque, un periodo di festa ma soprattutto di rinnovamento simbolico, durante il quale il caos sostituiva l’ordine costituito, che però una volta esaurito il periodo festivo, riemergeva nuovo o rinnovato e garantito per un ciclo valido fino all’inizio del Carnevale seguente. Così fino ai giorni nostri: proprio ieri, infatti, ha inaugurato il Carnevale di Venezia, tra i più conosciuti in Italia e nel mondo e con una storia di oltre 900 anni, seguito per fama da quello di Viareggio. Interrotta nel 1797 -epoca dell’occupazione francese, per timore di ribellioni e disordini tra la popolazione – la secolare tradizione del Carnevale di Venezia risorse nel 1979 e nel giro di poche edizioni è tornata a ricalcare, con successo, le orme dell’antica manifestazione. Oggi il Carnevale di Venezia è a tutti gli effetti un grande e spettacolare evento turistico che richiama migliaia di visitatori da tutto il mondo.

Venice_2008_il_CarnevaleNato con “qualche” anno di ritardo, nel 1873, il Carnevale di Viareggio ha origine nel 1873 ed è uno dei più importanti e maggiormente apprezzati carnevali a livello internazionale. A caratterizzarlo sono soprattutto i carri allegorici, più o meno grandi, che sfilano nelle domeniche fra gennaio e febbraio. Protagoniste di queste giornate sono enormi caricature in cartapesta che sfilano mostrando i “volti” di uomini famosi – nel campo della politica, della cultura o dello spettacolo – i cui tratti caratteristici, specialmente quelli somatici, vengono sottolineati con satira e ironia.

In quasi ogni centro italiano, però, si festeggia il Carnevale in modo più o meno spettacolare e in ogni regione ci sono manifestazioni che escono dall’ambito strettamente locale, richiamando visitatori dall’intera zona o anche da quelle confinanti.

La festa è appena iniziata…

 

Un Tea…Dance Party

TeaIl Tea Dance Party, o Thè dansant in francese, era un pomeriggio danzante autunnale che, già dal 1800, si diffonde come momento sociale molto apprezzato nei paesi francesi e anglosassoni. Incontrarsi in orario pomeridiano per bere (principalmente thè e caffè, ma anche altre bevande calde, fredde o alcoliche come il punch), per mangiare (biscotti, cookies, dolci e stuzzichini salati) e per danzare, da abitudine si è trasformata in un vero e proprio rito tradizionale. Nei decenni si è passati dal Walzer al Tango, negli anni ’20 è stata la volta del Charleston, seguendo l’andamento dei gusti del tempo. L’abitudine dei “thè danzanti” è entrata a far parte di una cultura diffusasi prima in Europa e poi oltreoceano.2

Nel 20° secolo in Inghilterra e in America i Tea Dance Party diventano un riferimento culturale distintivo della società signorile che frequenta questi ricevimenti e più avanti il termine viene ampliato riferendosi genericamente agli eventi da ballo pomeridiani. Sulla scia di questa abitudine, nel 2016 il Tea Dance Party, domenica 17 gennaio dalle 16:30 alle 19:30, è al Caffè Letterario di Roma, dove si respirano
profumi di torte appena sfornate e deliziosi pasticcini, sorseggiando thè e aromatici caffè…ma non solo! Si torna indietro nel tempo con la lezione gratuita di
Balli Vintage e di gruppo anni ‘50 e ’60, a cura della scuola di ballo “Tutti Frutti Rock’n’Roll”, in un’ampia pista per ballare fra gonne a ruota e brillantina

Let’s dance?3

L’Outdoor Festival accende la notte nel quartiere Flaminio

Inaugurato il 2 ottobre l’Outdoor Festival, riscuote successo e si distingue per essere molto più che una semplice rassegna musicale.

Dal 2 al 31 ottobre, infatti, ogni fine settimana, si alternano diverse performance che passano attraverso la musica, e spaziano dall’arte contemporanea alla proiezione video dei migliori producer sul panorama romano e nazionale. Ampio spazio è stato dato dagli organizzatori – che definiscono l’Outdoor Festival “espressione della cultura contemporanea” – alla parte cosiddetta “talk” della manifestazione, caratterizzata da interviste ai musicisti che si esibiranno nel corso della serata, agli artisti che espongono e ai dibattiti con personaggi provenienti da ogni campo.

Concerti di gruppi emergenti affiancati ad artisti più affermati, questo è l’aperitivo di ogni serata che continuerà con balli notturni sulle melodie di performer provenienti da tutta Europa, oltre a nomi già noti a chi popola le notti alternative e underground della capitale. Tra gli eventi da mettere in evidenza non si può non citare il Break Dance Contest di Red Bull del prossimo 24 ottobre.

guidoreni

Si tratta della sesta edizione del festival, nato a Ostiense, transitato per l’ex Dogana di San Lorenzo e ora giunto al quartiere Flaminio riconvertendo uno spazio abbandonato, ovvero l’ex caserma Guido Reni (proprio di fronte al Maxxi), un’area di 30.000 mq che ospiterà 17 artisti, 16 musicisti e numerosi eventi collaterali.

Spettacolo per gli occhi i padiglioni dedicati alle opere di Street Art realizzate da artisti provenienti da diversi paesi europei, tra cui Francia, Spagna, Brasile, Gran Bretagna, Grecia, Olanda Norvegia e Italia.

Padiglione Italia

Padiglione Italia

L’Outdoor Festival 2015 è convenzionato con la Fondazione Maxxi e con il Festival del Cinema di Roma. Acquistando un biglietto di una delle due manifestazioni si potrà infatti godere di uno sconto per la mostra di Outdoor e viceversa.

Per ogni informazione e per vedere il programma della manifestazione consigliamo di consultare il bel sito di Outdoor Festival.

RomArt 2015: tutta l’arte del Mondo

Roma Caput Mundi, dal 15 al 18 maggio, fa da “cornice” alla prima edizione della Biennale Internazionale di Arte e Cultura organizzata da Artiamo Eventi. 12.000 mq di esposizione alla Nuova Fiera di Roma ospiteranno oltre 400 artisti provenienti da 50 nazioni differenti.  Sono già 24 i premi in palio che verranno assegnati dalla giuria tecnico-artistica. Tra le sezioni ammesse: pittura, scultura e installazione, fotografia, grafica, video e digital art.PlanisferoRomArt

Accesso gratuito

Per accedere a RomArt basta registrarsi al sito www.romart.org e stampare il biglietto, che verrà inviato alla casella e-mail indicata in fase di registrazione. Con lo stesso biglietto di ingresso sarà inoltre possibile votare le opere preferite, recandosi presso gli appositi corner “Vote For Me”.

Eventi collaterali

Tra gli eventi collaterali, RomArt 2015 accoglie due personali legate una alla pittura e una alla fotografia, entrambe curate da Francesco Gallo Mazzeo. Le opere di Ennio Calabria, esponente del figurativismo europeo – che insieme ad artisti come Vespignani, Attardi, Guccione, Farulli, Giaquinto fu protagonista della ricerca artistica nel campo della pittura figurativa – sono presentate al pubblico in Visioni – Fantastiche trame dell’invisibile mentre Immaginario – Invenzioni e storie di vita è dedicata ai lavori di Fabio Donato, autore di numerosissime pubblicazioni e docente di Fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli.

I LIKE YOUR ART

Per permettere a tutti di dare il proprio giudizio, RomaArt ha istituto una Giuria Virtuale – composta dai frequentatori del web che attraverso il sito www.romart.org assegneranno il premio I LIKE YOUR ART all’artista più apprezzato online – e una Giuria Emozionale che consentirà ai visitatori di esprimere le proprie preferenze, consegnando così il PREMIO DEL PUBBLICO all’opera più votata in assoluto. Per essere giudice basta andare sul sito www.romart.org, visitare la galleria virtuale e, dopo essersi registrati, votare le opere preferite. L’opera che avrà ottenuto più like in assoluto, sarà premiata durante la manifestazione nella giornata di lunedì 18 maggio 2015.

ROCK’N’ART

RomArt è anche musica! Il rocker Federico Poggipollini – uno dei più grandi chitarristi italiani – sarà infatti testimonial d’eccellenza alla Biennale di Arte e Cultura con la presentazione di NERO, il suo ultimo album in uscita il prossimo 26 maggio. Poggipollini sarà inoltre arbitro e giudice del premio ROCK’N’ART che consentirà ad una delle opere in gara di diventare l’immagine di copertina della versione in vinile dell’album, in uscita nel prossimo ottobre.

“L’arte è un bene comune, un solido pilastro su cui fondare la cultura, in ogni luogo ove essa si crea. Concentriamo il nostro impegno per far sì che la visita ad un evento come RomArt 2015 – e la fruizione del pathos che possono infondere le opere di artisti provenienti da oltre 40 nazioni – resti gratuita e accessibile a tutti.” Amedeo Demitry, curatore e Art Advisor di RomArt 2015 promossa dall’Associazione Artiamo Eventi

 

 

#TOP OF THE WEEK: dal 20 al 26 aprile

In agenda dal 20 al 26 aprile #TOPOFTHEWEEK segnala:

ROMA

he3evr72o289us14p8ne3mgrq2_20140724102255Visita guidata al Palazzo del Quirinale
Fino al 26 aprile | Palazzo del Quirinale – Piazza del Quirinale

Palazzo del Quirinale apre le porte alle visite guidate. Dal 19 al 26 aprile uno storico dell’arte illustrerà le meravigliose sale del Palazzo di cui, grazie ad un’inedita illuminazione, sarà possibile ammirare la splendida Galleria di Alessandro VII, concepita come una grandiosa e splendida struttura architettonica oggi divisa nelle tre sale chiamate “Sala degli Ambasciatori”, “Sala di Augusto” e “Sala Gialla”.
www.oggiroma.it/eventi/visite-guidate/il-palazzo-del-quirinale/16317/

romaHANDMAD(e)S FESTIVAL
Dal 22 al 26 aprile | Villa De Sanctis – Casa Della Cultura, Via Casilina 665

Incontri, dibattiti, concerti e workshop per celebrare la cultura dell’HANDMADE
www.handmadesfestival.it/

MILANO

MILANOCinema Italiano visto da Milano
Dal 19 al 26 aprile |Spazio Oberdan – MIC – Area Metropolis 2.0

L’attenzione del Festival si rivolge al cinema italiano di qualità, da giovani autori alle loro prime opere ai registi più affermati, con l’obiettivo di presentare il maggior numero possibile di film in anteprima. La manifestazione è contraddistinta dalla vocazione di fare il punto sullo stato della nostra cinematografia attraverso la visione delle opere e gli incontri con i principali protagonisti (registi, attori, sceneggiatori, critici e studiosi).
civm.cinetecamilano.it/2015/

NAPOLI

napoliConvivio Armonico
24 aprile | MUSEUM – Largo Corpo di Napoli 3

Un viaggio unico alla scoperta del potere e della potenza di suoni primordiali e poi composti attraverso e verso la magia della musica, dalla più antica alla contemporanea. E’ questa l’anima e il filo conduttore della rassegna CONVIVIO ARMONICO 2015 (che vede in programma altri 5 incontri tra l’1 e il 29 maggio)
napolimagazine.com/cultura-gossip/articolo/concerti-convivio-armonico-2015-musica-antica-nel-corpo-di-napoli

BOLOGNA

bolognaFiera del fumetto
25 marzo ore 20:30 | PalaNord, Via Stalingrado 81

La città spalanca le porte a tutti gli appassionati dell’arte del fumetto con una mostra mercato situata presso il Palanord di via Stalingrado n. 81. In un week end all’insegna dello svago e del relax sarà possibile parlare con i disegnatori ospiti, ammirando un’esposizione specializzata che vanta una tradizione antiquaria.
www.kolosseo.com/bologna-comics/

TORINO

TORINOIl NEOREALISMO di Federico Patellani
A partire dal 23 aprile | Palazzo Madama

Palazzo Madama celebra l’opera del fotografo Federico Patellani, primo fotogiornalista italiano nonché uno dei più importanti fotografi italiani del XX secolo, la cui produzione – realizzata nella quasi totalità per i giornali – è oggi conservata presso il Museo di Fotografia Contemporanea di Milano-Cinisello Balsamo.
www.neorealismo.com/events/mostra-fotografica

SICILIA

siciliaNei LUOGHI della BELLEZZA
Dal 20 al 26 aprile | Comune di Noto

Il Comune di Noto in collaborazione con l’Associazione Culturale Ri-flexus presenta “NEI LUOGHI DELLA BELLEZZA” in un mix di arte, filosofia, musica, poesia, e teatro.
www.neiluoghidellabellezza.it/

 

Enjoy!