This Is Food

Roma. L’industriale e metropolitana location delle Officine Farneto, a partire dal 29 maggio fino a domenica 31 maggio, ospita This Is Food. Un evento dedicato al buon cibo e alla gastronomia per celebrare la nuova food culture metropolitana.Una moltitudine di realtà gastronomiche, tutte originali e diverse tra loro, si radunerà durante i tre giorni della manifestazione per deliziare occhi e palati dei partecipanti. Dai fritti al finger food, passando per cocktail ricercati, pizza, pasta all’uovo fino ad arrivare alla frutta. Il tutto presentato in chiave originale e creativa all’insegna di tradizione, innovazione, qualità e ricerca di nuovi sapori. Ma non è tutto.

TIF-2015-FLYER-TEASER-WEB-ILLUSTRAZIONE-DEF-2This Is Food è anche musica e intrattenimento. Durante i tre giorni di manifestazione alcuni dei dj set soliti animare le serate romane come Rock’nYolk e Freak&C si alterneranno per allietare tutti i presenti con il giusto sottofondo musicale.

Buon cibo e buona musica sì, ma anche opportunità di imparare qualcosa in più sull’universo gastronomico. La scuola di cucina “Les Chefs Blancs” offrirà ad adulti e bambini la possibilità di imparare l’arte culinaria partecipando a corsi di cucina amatoriali in programma a This Is Food. Le lezioni, della durata di un’ora ciascuna, garantiranno a tutti coloro che vi prenderanno parte l’ingresso gratuito alla manifestazione.
Per i più piccoli sarà allestita una area kids con personale qualificato che intratterrà i più piccoli con attività inerenti al cibo e non solo.

This Is Food è anche un’opportunità di crescita professionale. Grande novità di quest’anno è infatti Container: un contest che offre la possibilità agli imprenditori emergenti nello scenario gastronomico di predisporre, durante l’evento, un temporary restaurant per sperimentare il potenziale del proprio progetto in presenza di blogger, giornalisti ma soprattutto dei fooders. I due vincitori del contest avranno a disposizione un container vuoto da allestire, uno staff da coordinare e un menù di lancio da presentare nei tre giorni di manifestazione. Ciò consentirà ai piccoli imprenditori di constatare il grado di appeal dei piatti proposti e del food concept ideato. Sarà il pubblico a decretare il vincitore finale; il progetto che otterrà maggiore successo si aggiudicherà il titolo di Container 2015.
Bon Appétit!

www.thisisrome.it/

#TOPOFTHEWEEK: dal 9 al 15 marzo

In agenda dal 9 al 15 marzo #TOPOFTHEWEEK segnala:

ROMA

– Enoticaroma

Dal 13 al 15 marzo |C.S.O.A. Forte Prenestino, via Federico Delpino

Tre giorni di degustazioni e spettacolo dal vivo, in cui la condivisione di un buon bicchiere di vino, si unisce alla musica, all’arte, alla poesia, in un incontro di piaceri, attraverso un sentiero sensoriale che si snoda tra le 100 celle sotterranee del famoso centro sociale romano.  www.enotica.net

roma 2Passeggiate Romane. Andar per vicoli intorno a Via dei Cronari

Sabato 14 marzo ore 16 | Piazza di Ponte Sant’Angelo

Una passeggiata imperdibile che vi lascerà la voglia di perdervi tra le strade di Roma! “Scorgeremo tanti passaggi segreti ed archi medievali, ammireremo palazzi di epoca rinascimentale, conosceremo tantissimi personaggi e curiosità che popolano uno dei tratti più caratteristici della Città Eterna”. www.lasinodoro.it

arte e cucina

– World Music Dinner

Sabato 14 marzo ore 20:00 – 23:00 | Casa della Pace, via di Monte Testaccio 22

Serata di Arteecucina costruita intorno al sound della World Music del giovane gruppo romano “TARANTARABA”. Lo Chef ALDO ABASTANOTTI interpreterà con i piatti del buffet proposto, i temi e le radici geografiche e della tradizione che caratterizzano i brani della Band.  www.arteecucina.com

MILANO

– Sam Smith in concertosam smith

Lunedì 9 marzo ore 21 | Alcatraz, via Valtellina 25/27

Per la prima volta dal vivo per un’unica data in italia! Sam Smith, vincitore di 4 grammy awards. 3 milioni di copie vendute per l’album in “The lonely hour”. www.vivoconcerti.com

 

– Tour del centro storico di Milanomilano

Sabato 14 marzo ore 10 | Fermata metro MM3 Montenapoleone, via Croce Rossa

Itinerario che tocca i luoghi più noti di Milano dei quali si potrà conoscere la storia, l’arte, l’architettura e le tradizioni.  www.milanotoday.it

NAPOLI

– La vita è na canzuncellanapoli

Sabato 14 Marzo ore 21 | “A Canzuncella”,  P.zza Santa Maria la Nova

Tornano le cene spettacolo di Insolitaguida all’insegna della tradizione napoletana e della buona cucina con “La vita è na canzuncella”. Ingredienti della serata: buona musica napoletana, macchiette, gag e tanto coinvolgimento dei partecipanti. www.ecampania.it

CAGLIARI

– Sagra del Riccio di Buggerrusagra del riccio

Domenica 15 marzo| P.zza dei Centomila

Buggerru è un ex villaggio minerario incastonato sul fondo di una meravigliosa vallata che affaccia sulla selvaggia Costa Verde. Saranno presenti stand enogastronomici e di artigianato, inoltre, sarà possibile effettuare gite sotto costa in battello. www.sardegnaeventi24.it

 

Expo Milano 2015: universali Expo-sizioni Extra-sensoriali

Expo Milano 2015 si appresta ad essere il più grande evento gastronomico dell’anno. Dal 1 maggio al 31 ottobre, Milano accoglierà le esposizioni degli oltre 140 paesi partecipanti all’iniziativa. I numeri della manifestazione internazionale prevedono  circa 1 milione di metri quadri e oltre 20 milioni di visitatori attesi nella Capitale Lombarda.

A cavallo tra avanguardia e tradizione, Expo è un luogo di assaggio dei migliori piatti del mondo, sede di eventi artistico-musicali, convegni ,mostre e laboratori creativi, il tutto nel rispetto degli equilibri naturali del pianeta. “Nutrire il pianeta, energia per la vita” è infatti il tema a cui si ispira l’intera manifestazione.

La maggior parte dei padiglioni prevede iter espositivi di grande impatto, ideati per immergere i visitatori in un’atmosfera unica ed extrasensoriale in grado di coinvolgere ben più delle sole papille gustative. Ponte tra futuro e tradizione, le architetture ideate dai 145 paesi aderenti prevedono percorsi interattivi volti a stimolare una partecipazione attiva dei visitatori.

Tra i padiglioni è sfida architettonica

Dead line fissata alla fine di gennaio per quanto riguarda la chiusura delle architetture dei padiglioni in mostra dal 1 maggio a Milano. Mancano meno di 100 giorni all’apertura di Expo Milano 2015 ed è ancora gara aperta per realizzare il padiglione più straordinario, all’insegna della sostenibilità. Lo specifico piano di monitoraggio ambientale, infatti, ha imposto agli oltre 140 paesi aderenti l’utilizzo di materiali riciclabili ed ecosostenibili nella costruzione dei padiglioni.

Tra i più sorprendenti quello del Kuwait, ispirato alle vele dei dhow (tradizionali barche a vela arabe) racconterà la storia di un paese ricchissimo di petrolio e molto povero d’acqua che ha applicato le tecnologie più avanzate per vincere le condizioni naturali avverse. L’architettura prevede la di presenza di una facciata laterale progettata come serra esporre le molteplici varietà di piante idroponiche del paese.

La Germania colpisce invece per le dimensioni. Con 4.933 metri quadri lo spazio espositivo tedesco è tra i più grandi  all’interno della manifestazione. Ispirato ai campi agricoli e alla natura floreale, il padiglione  vedrà una base ricoperta di “piante” verdi  a simboleggiare il germoglio delle idee. L’obiettivo è di rendere visibile ai visitatori l’importanza di tutelare la natura per la sicurezza alimentare.

Dinamico e attrattivo, il padiglione degli Stati Uniti, vuole raccontare la storia del cibo americano tra innovazione, nutrizione e salute. L’edificio interamente sostenibile, è un omaggio all’agricoltura americana e prevede una struttura verticale dalla quale ogni giorno si otterrà un raccolto.
Palazzo-Italia-Expo Il Palazzo Italia è una delle  strutture che rimarrà alla città  dopo la chiusura dell’Expo, come  lascito della manifestazione, con  destinazione d’uso ancora da  stabilire. I progettisti hanno  concepito l’architettura del  Padiglione Italia come una  comunità riunita attorno alla sua  piazza, in cui ogni visitatore  potrà immergersi nell’atmosfera tipica della tradizione italiana. Oltre a Palazzo Italia, il padiglione made in Italy, si estende lungo il viale del Cardo dove avranno luogo numerose attività gastronomiche e non. In una sorta di “foresta urbana” ad impatto ambientale zero, vetro fotovoltaico e cemento fotocatalitico contribuiranno ad assorbire lo smog di Milano. I 2.550 metri quadrati di spazi espositivi conterranno un auditorium, un ristorante, sale convegni e  bar,  oltre che l’attesissima terrazza panoramica con vista sull’intero sito espositivo.

Questo e molto altro in mostra ad Expo Milano 2015: dove architettura, cibo, cultura e sostenibilità si fondono “NATURALMENTE”.