Londra, Cafè Art: la foto d’autore viene dalla strada

Si chiama Cafè Art ed è un’iniziativa della Royal Photographic Society. Lo scorso luglio 100 fotocamere Fujifilm usa e getta sono state consegnate ai senzatetto di Londra dando loro delle semplici e basilari indicazioni, ma una in particolare: le foto da loro scattate dovevano avere come tema “La mia Londra”.

Delle 100 fotocamere, ne sono state restituite 80. Da queste sono state sviluppate circa 2.500 foto consegnate ad una giuria composta da giudici di Fujifilm, Amateur Photographer, London Photo Festival, Christie’s e Homeless Link, che ne hanno scelte 20. Dall’iniziativa è scaturita una campagna di raccolta fondi sul sito Kickstarter per trasformare alcune delle foto selezionate dalla giuria in un calendario 2016.

“Tutto il denaro raccolto va in questo progetto” – sottolinea Cafè Art – “per pagare la stampa delle fotografie e del calendario, premiare i fotografi vincitori, acquistare materiali artistici per gruppi artistici di senzatetto o aiutare le persone a frequentare corsi di arte”.

Qui di seguito vi proponiamo qualcuna delle foto scattate dai senzatetto, ma potete ammirarle tutte sul sito di Cafè Art:

foto1

“Everything I Own or Bags of Life, Strand” di David Tovey

foto2

“Telephone Row, Lincoln’s Inn” di XO

foto3

“Left Boot, East London” di Ellen Rostant

fotografia-senzatetto-calendario-2016-londra-my-london-cafe-art-09

fotografia-senzatetto-calendario-2016-londra-my-london-cafe-art-08

 

Women Fashion Power: il Design Museum di Londra celebra lo stile del potere

Women-Fashion-Power-London-Design-Museum-07Una collezione esclusiva, un’esposizione che vanta i capi più rappresentativi del potere: tutto al femminile. A partire dalla curatrice. Porta infatti la firma di Zaha Hadid la mostra Women Fashion Power – fino al 26 aprile 2015 al Design Museum di Londra – che raccoglie gli abiti icona dal 1850 a oggi. Presenti in prestito anche i capi delle ventisei donne contemperane più influenti al mondo, compresa una cappa color panna di Prada, con chiusura a portafoglio, scelta dall’architetto anglo irachena per rappresentare sé stessa. Inaugurata il 29 ottobre scorso, la mostra esplicita il rapporto tra le donne e il potere attraverso l’abito, espressione di stile e di leadership.

Gli abiti icona delle donne più influenti dell’ultimo secolo e mezzo, in mostra fino al 26 aprile 2015

Dalla politica alla musica, dall’imprenditoria, allo spettacolo – senza ovviamente dimenticare il mondo della moda e del design – Vivienne-Westwood-Climate-Revolution-Runwayl’esibizione rappresenta gli outfit di donne quali Margareth Thatcher e Anne Hidalgo, attuale sindaco di Parigi, la giornalista Kirsty Wark, Lady Diana e la cantante Skin, l’imprenditrice Natalie Massenet, le stiliste Diane von Furstenberg e Vivienne Westwood: figure iconiche che hanno saputo scolpire segni indelebili nella storia dell’umanità e del Fashion System, a suon di personalità e carisma. E non solo vestendo il tailleur anni Ottanta, tipico delle donne in carriera firmate Giorgio Armani, tutto spalline e taglio maschile. Perché, per manifestare il proprio potere, non bisogna necessariamente assomigliare ai colleghi uomini.

 

 

Info: http://designmuseum.org

 

 

– Preview della video installazione realizzata da Ruth Hogben per Women Fashion Power –