Safe Selfie

Selfie responsabili in Russia. Dopo le numerose morti per autoscatto, il ministero degli interni di Mosca ha promosso una singolare campagna sul “selfie sicuro”.

51k3xdqx4jyvpi9g4mdxnupoy“1000 like non valgono una vita” è lo slogan di sensibilizzazione accompagnato dalla guida Safe Selfies che il governo russo sta diffondendo in seguito ai 100 incidenti causati da pose pericolose. Un’attività di sensibilizzazione per mettere in guardia, soprattutto, ma non solo, i più giovani dai rischi derivanti dalla mania dei selfie estremi. La brochure arriva dopo l’incidente della 21enne russa che, posando con una pistola alla tempia, si è accidentalmente sparata in testa nel tentativo di ottenere un autoscatto.

Save your Self(y)

Per quanto possa essere di moda immortalarsi in circostanze diverse da quelle comuni è scioccante pensare che si possa rischiare la vita pur di riuscire nell’impresa. “Prima della foto salvate voi stessi” è l’invito della Russia in risposta ai 100 incidenti – di cui 10 mortali – che dall’inizio dell’anno hanno coinvolto altrettanti ragazzi con il telefonino pronto a immortalare un “selfie adrenalinico”. Cadute accidentali, animali non domestici come compagni di scatto, altezze pericolose così come le scalate in montagna, tutto può diventare letale se la distrazione diventa il soggetto della foto. Tra i comportamenti da evitare il Governo di Mosca segnala in particolare i selfie alla guida, quelli sui binari del treno o in cima ai tralicci dell’alta tensione.

copertina selfieScatta responsabilmente

La guida Safe Selfies è distribuita principalmente tra i giovani: nelle scuole e nei luoghi di ritrovo, sotto forma di brochure con tanto di immagini ritraenti le situazioni pericolose oltre a una serie di consigli su cosa non fare per evitare che quello scatto non sia l’ultimo.