I 10 vestiti da sposa più belli delle serie TV

In ogni serie TV che si rispetti arriva sempre il momento di una puntata dedicata a un matrimonio. I registi non possono fare a meno di inscenare una delle giornate più spettacolari nella vita dei personaggi e gli spettatori (ma soprattutto le spettatrici, pronte alla lacrimuccia di rito) ne vanno letteralmente pazzi. Qui abbiamo raccolto i dieci migliori vestiti da sposa che la storia recente delle fiction americane ci ha regalato. Almeno secondo il nostro – esperto – parere.

10° posto
Becky – Gli amici di papà (1987)

becky-fullhouse

9° posto
Leslie – Parks and Recreation (2009)

Leslie-parks
8° posto
Monica – Friends (1994)

monica-friends

7° posto
Grace – Will & Grace (1998)

grace-willandgrace

6° posto
Serena – Gossip Girl (2007)

serena-gossipgirl

5° posto
Callie and Arizona – Grey’s Anatomy (2005)

best-tv-wedding-dresses-callie-arizona-wedding-greys-anatomy

4° posto
Robin – How I met your mother (2005)

robin-himym

3° posto
Miranda – Sex and the city (1998)

miranda-sexand

2° posto
Blair – Gossip Girl (2007)

blair-gossipgirl

1° posto
Rachel – Friends (1994)

rachel-friends

Forse in alcuni casi è stato l’affetto per alcuni personaggi a vincere sulla reale bellezza estetica dei capi, ma a NewsCast siamo troppo sentimentali. Se ci fossimo dimenticati qualche matrimonio televisivo non trascusrabile o qualche abito da sposa imperdibile, fatecelo sapere commentando questo post o scrivendoci sulla pagina Facebook di NewsCast.

Dior VS Chanel: Miss o Mademoiselle

Dior e Chanel sono entrambi francesi ed entrambi produttori (anche) di profumi ma, dietro queste lampanti comunanze, si celano una moltitudine di sfaccettature che ben distinguono i due brand. Lo stesso accade per gli ultimi “film” pubblicitari che incarnano “l’essenza” dei loro profumi, oltre che dei loro valori.
Come avviene in ogni campagna che si rispetti, nella trama dello spot questi valori incontrano un volto che li fa propri al punto tale da rappresentarne non solo il prodotto ma tutto ciò che quel prodotto “emana”.
E così, se il viso di Natalie Portman ben si sposa con la romantica e ribelle Miss Dior, quello di Keira Knightley riflette alla perfezione una seducente e misteriosa Coco Mademoiselle.
Di fatto, i due spot hanno trame diverse, come diverse sono le storie delle Maison che li producono e le testimonial che li interpretano. Visti singolarmente si direbbero inconfondibili. Ma che succede se la visione dei due avviene in parallelo?
colonne

E così come in un gioco di specchi, i valori, i colori, i volti, i caratteri e persino le trame dei due spot sembrano riflettersi a vicenda, forti della loro immagine ma allo stesso tempo invasi da quella avversaria, altrettanto decisa altrettanto inebriante. Il risultato?

Natalie o Keira? Innocente o sensuale? Sposa o festeggiata? Ribelle o provocatrice? Dior o Chanel? Miss o Mademoiselle?